Consigli e rimedi per capelli grassi

Il problema della cute grassa coinvolge un gran numero di donne, una su quattro. Ciò è dovuto dall’eccessiva produzione di sebo, che serve per nutrire e proteggere il capello, ma che in tal caso eccede e appare come un vero e proprio olio. Ciò accade per svariati motivi, tra cui stress, cattiva alimentazione, scompensi ormonali, mestruazioni. Così finiamo per lavare più spesso i capelli, ma dato che la maggior parte degli shampoo che sono in circolazione sono aggressivi eliminano tutto il grasso dal nostro cuoio capelluto, ma così facendo le ghiandole sebacee finiscono per produrre maggiore quantità di sebo e quindi peggiorano la situazione.

In ogni caso suggerisco di non eccedere con lo shampoo e di diluirlo con acqua prima di applicarlo sui capelli, e di seguito vi elenco qualche rimedio naturale che può aiutarvi! 

– Il limone è ottimo per chi vuole risolvere il problema dei capelli grassi, utile anche per sgrassare mani e viso! Applica sui capelli già lavati e ancora bagnati il succo di tre limoni massaggiando il cuoio capelluto per almeno 5 minuti e poi risciacqua con acqua fredda. Aiuterà a ‘sgrassare’ la cute e a rendere le punte brillanti!

– Per evitare che il tuo shampoo risulti troppo aggressivo, aggiungi tre gocce di olio essenziale d’arancia, oppure di salvia o di timo, che hanno proprietà toniche e antisettiche, ottime per i capelli grassi!   Massaggia bene la cute e poi risciacqua i capelli con un litro di acqua minerale.

– La maschera d’argilla. È in grado di liberare i pori del viso e purificare la pelle, ma funziona anche sulla cute! E il procedimento è esattamente lo stesso: versa in una ciotola tre cucchiai di argilla verde in polvere, diluiscila in acqua e, una volta applicata sui capelli, lasciala agire per 20 minuti. Dopo un bel risciacquo con acqua prima tiepida e poi fredda, avrai dei capelli splendenti e una cute completamente sgrassata!

– La menta. Ciò che ti serve è una bella manciata di foglie di menta fresca e un pentolino nel quale farle bollire con dell’acqua. Una volta freddata l’acqua, filtrala e utilizzala per risciacquare lo shampoo, disinfiamma il cuoio capelluto ed elimina i cattivi odori dovuti alla cute grassa.

– L’aceto di mele ha proprietà detergenti e sgrassanti e ridona luminosità e vigore alla chioma rendendola lucente! Prendi un batuffolo di cotone imbevuto di aceto di mele e passalo su tutta la cute un paio di volte alla settimana per sgrassare a fondo. Una volta attenuato il problema puoi concederti il lusso di dedicare a questa pratica solo uno spazio mensile!

 

Articolo tratto dal sito donnamoderna.com 

Annunci

Torta soffice al limone

Per la festa della mamma abbiamo deciso di fare un dolce soffice al limone!

Buonissimo! Ovviamente solo ricette Light! Stavolta abbiamo scelto una ricetta vegana 😊

Ingredienti:

-300g di farina 00

-180g di zucchero

-100g di olio di semi

-150g di acqua

-succo e scorza grattugiata di 2 limoni

-1 bustina di lievito

-1 bustina di vanillina

-zucchero a velo q.b.

Preparazione:

Preriscaldate il forno a 150°. In una ciotola capiente mescolate l’acqua con l’olio e aggiungete il succo filtrato di due limoni. Unite al composto la farina, lo zucchero, il lievito, la vanillina e la scorza grattugiata dei due limoni, dopodiché amalgamate il tutto. Versate il composto in una tortiera foderata con carta da forno e mettere in forno per mezz’ora. Una volta pronta, sfornate la torta e lasciatela freddare e cospargetela di abbondante zucchero a velo!

Nostra madre ha apprezzato, ma non sappiamo, forse è il suo amore per noi che le fa sentire buono qualsiasi cosa facciamo 😜

 

Ricetta tratta dalla pagina fb Cucinafacileconelena

Alimenti anticellulite

La cellulite è motivo di disperazione per tantissime donne: come combatterla? Con attività fisica, creme adatte e con l’alimentazione!!

Assumiamo dunque cibi vitaminici: la vitamina A serve per mantenere elastici i tessuti, la vitamina C stimola la produzione di collagene e favorisce il drenaggio, oltre a rinforzare i capillari e diminuire la possibilità di problemi vascolari, la vitamina E mantiene giovani i tessuti.

Come introdurre queste vitamine nel nostro organismo? Consumando in modo costante frutta e verdura, in particolare agrumi, kiwi, fragole, broccoli, cavolfiori, pomodori, peperoni!

-Per depurare l’organismo e per diminuire la ritenzione idrica: potassio e magnesio!

Li troviamo in: albicocche, banane, frutta secca (non in quantità eccessive perché è molto calorica), legumi, patate, uva sultanina, pomodori, melone, cioccolato fondente.

-Potere antiossidante per ridurre la fragilità dei capillari e combattere la ritenzione idrica: bioflavonoidi!

Li troviamo in: frutta e verdura di colore blu o rosso (come melanzane, mirtilli, fragole), ma anche tè e vino rosso.

-Per favorire la diuresi si consigliano ovviamente alimenti diuretici!

Quali sono: ananas (che è un vero toccasana, non eliminare la parte dura, quella è utile perché è molto fibrosa e aiuta la regolarità intestinale), utili anche carciofi, cetrioli, finocchio, pesche e cicoria.

N.B.: Esistono anche tante erbe che aiutano a combattere la cellulite, tra queste: centella, ippocastano, meliloto e pungitopo!

Articolo tratto dal sito donnamoderna.com

Antidolorifico al peperoncino!

Fin da tempi antichissimi, il peperoncino è un condimento molto popolare e presente nella dieta di popolazioni molto diverse e lontanissime tra loro nel tempo e nello spazio, un successo che si spiega non solamente a causa delle sue proprietà organolettiche ma che ha come elementi fondanti le proprietà benefiche di questa bacca sulla salute.

Quattro composti del peperoncino, tra cui i flavonoidi e i capsaicinoidi, hanno un effetto antibatterico, cosicché cibi cotti col peperoncino possano essere conservati relativamente a lungo.

I peperoncini sono ricchi in vitamina C e si ritiene abbiano molti effetti benefici sulla salute umana, purché usati con moderazione.

Alcuni medici ne consigliano l’assunzione fino a cinque volte la settimana anche ai bambini dai 7 ai 16 anni. Il peperoncino ha un forte potere antiossidante, e questo gli è valso la fama di antitumorale. Si è dimostrato utile nella cura di malattie da raffreddamento come raffreddore, sinusite e bronchite, e nel favorire la digestione.

Queste virtù sono dovute principalmente alla capsaicina, in grado di aumentare la secrezione di muco e di succhi gastrici. In ultimo il peperoncino stimolando la peristalsi intestinale ed evita la fermentazione e la formazione di gas intestinali e di tossine, particolarmente le tossine della candida albicans.

Il peperoncino ha anche funzione antidolorifica. Se il dolore è di origine ossea, muscolare, artritica, cartilaginea, in quel punto dobbiamo mettere il peperoncino.

La cura è semplice, rapida ed efficace.

Serve:

1. Polvere finissima di peperoncino, più piccante è, meglio è

2. Una qualsiasi crema per il corpo

3. Guanto in lattice (optional)

Per facilitare l’assorbimento sulla pelle, la crema deve contenere molta acqua ed è proprio questa una caratteristica importante che il nostro composto dovrà avere. Se non la trovate basterà aggiungere alla crema un po’ d’acqua.

Si versano tre cucchiaini da the colmi di Peperoncino in Polvere alla crema (un vasetto di dimensoni standard, circa 100ml), si mescola e rimescola per bene il tutto finchè i grumi non si siano sciolti completamente. Per evitare ogni formazione di muffe è consigliabile aggiungere la punta di un cucchiaino di Bicarbonato di Sodio (da cucina) e conservare il preparato in frigorifero.

(optional) Qualche goccia di Olio di Eucalyptus per uso topico (non quello che si usa per i profumatori) come eccipiente darà il giusto profumo alla crema.

Si prende una “ditata” del Medicinale appena preparato e la si spalma sulla parte dolorante massaggiandola.

L’unica precauzione è quella di evitare il contatto del composto con le mucose e specialmente con gli occhi e le parti intime, non succede nulla di irreversibile ma un bel bruciore è assicurato!

Attenzione che non si sta parlando del piccolo dolorino fastidioso, la Capsaicina in pochi secondi inibisce dolori fortissimi, continui e lancinanti, come esempio infiammazioni acute del nervo sciatico, ernie lombo-sacrali, lombalgie, colpo della strega et similia molto più velocemente, senza nessuna controindicazione, senza nessun effetto collaterale, senza nessun problema di associazione con altri farmaci e funziona sempre.

Articolo tratto dal sito http://www.peperonciniperhobby.it

Proprietà della zucca

La zucca è in grado di “riempire” un intero menù, dall’antipasto al dolce, poiché molte sono le sue “virtù”.

Le proprietà della zucca sono diverse, a cominciare dalla polpa che contiene diversi principi attivi in particolare modo carotenoidi, ma anche mucillagini e sostanze pectiche. Anche i semi hanno la loro importanza perché in essi è possibile trovare fitosteroli, olii grassi, melene e fitolecitina. Inoltre dai semi di zucca freschi pestati si estrae un olio scuro mentre, tostati e salati, vengono serviti come “stuzzichini” insieme all’aperitivo.

Essi hanno anche una funzione medicamentosa, infatti sono molto indicati per combattere la tenia echinococco (verme solitario). Questa proprietà deriva dalla cucurbitina (un amminoacido) che “paralizza” letteralmente il verme e ne provoca il distacco dalla parete intestinale. L’uso dei semi come vermifugo è da tempo conosciuto, generalmente ben tollerato e privo di controindicazioni.

II semi della zucca sono anche in grado di alleviare le infiammazioni della pelle e di prevenire le disfunzioni delle vie urinarie. La polpa e il succo della zucca spesso vengono utilizzati come diuretici e gli specialisti consigliano di bere un bicchiere di succo la mattina a digiuno. Da essa inoltre si ricava un estratto che, mischiato al latte, è molto indicato per i disturbi gastrici e le patologie della prostata.

Gli impieghi della zucca si estendono anche nella sfera cosmetica: con la sua polpa, infatti, si possono preparare alcune semplici maschere per il viso, utilissime per idratare la cute, levigare la pelle e pulirla profondamente. Inoltre, le maschere a base di zucca sono indicate anche per lenire le scottature. Esempio di maschera per il viso: schiacciare alcuni semi con uno spicchio di polpa di zucca, mescolare la poltiglia ottenuta con un po’ di miele, applicare il composto sul viso e lasciare riposare il tutto per alcuni minuti. Le pelli grasse con punti neri, grazie alla maschera di zucca, risultano più pulite ed idratate.

Articolo tratto dal sito http://www.benessere.com

Denti più bianchi e sorriso più bello

Noi donne siamo sempre più attente al nostro look, unghie sempre curate, capelli con il taglio giusto, e non dimentichiamoci del trucco! Ok, e se dopo tutto questo ci dovessimo trovare a sorridere ed i nostri denti non fossero abbastanza bianchi??

Dobbiamo per forza ricorrere a medici e rimedi costosi? Non è detto!

Ci sono alcuni rimedi naturali che ci aiuteranno ad avere denti bianchi ed un sorriso da paura!

Eccone alcuni:

1) Bicarbonato e sale da tavola

Unendo mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio con mezzo di sale da tavola si può creare un ottimo detergente. Inoltre, aggiungendo un pizzico di olio essenziale alla menta peperita, riuscirete anche a rendere questo detergente piacevole una volta a contatto con la bocca. Va utilizzato come se fosse un normale dentifricio, bagnate lo spazzolino e lo passate sui denti. Evitate, però, di farlo non più di una volta a settimana, un uso frequente potrebbe danneggiare lo smalto.

2) Frutta e verdura

Alimenti come mele, pere, fragole, sedano e carote aiutano moltissimo a rendere il vostro sorriso bianco. La saliva a contatto con questi alimenti produce infatti una reazione che è in grado di rimuovere molti batteri dalla bocca. Strofinando i denti con le fragole ogni giorno, ad esempio, ci aiuterà a rimuovere le macchie dai denti. Anche strofinarli con la parte interna della buccia di un’arancia aiuta lo sbiancamento dentale. Aggiungete i kiwi ai vostri frullati, sgranocchiate mandorle e noci, mangiate qualche mela (che non fa mai male), non evitate i broccoli e i cavoli (ancora meglio se crudi) e di tanto in tanto strofinatevi i denti con qualche fogliolina di salvia.

3) Acqua

Inutile dirlo, è la bevanda più salutare al mondo ed è l’ideale per avere denti bianchi. Fare degli sciacqui di 30 secondi dopo i pasti aiuterebbe la prevenzione di macchie.

4) Panna o latte

Aggiungere la panna nel caffè o il latte nel tè cambia la chimica e questo comporta una difficoltà maggiore per le macchie nell’aderire ai denti.

5) Succo di limone

Anche il succo di limone è un ottimo rimedio naturale contro le macchie gialle provocate da fumo e caffè. Utilizzate un bicchierino di succo di limone unito ad un cucchiaio di bicarbonato e bagnateci lo spazzolino una volta al mese, magari alternandolo con lo sfregamento di una scorza di limone direttamente sui denti.

Articolo tratto dal sito greenme.it

Buona memoria: dipende dall’alimentazione!

Gli esperti non hanno dubbi: un recente studio ha scoperto che per nutrire la nostra memoria è bene NON consumare troppe uova, troppa carne rossa, troppi pesci come il merluzzo sotto sale che, ricchi di metionina, non favorirebbero una buona memoria. Questo composto, infatti, disattiva un gene fondamentale per la memoria e per l’apprendimento. Fino a oggi, si era parlato anche di carenza di vitamina B12, B6 e di carenza di acido folico, condizioni da evitare, insieme all’eccesso di metionina, per poter vantare una buona memoria.

È consigliabile consumare alimenti come: noci, broccoli, pomodori, tè verde, curcuma, spinaci, cioccolato fondente, mirtilli…

Articolo tratto da http://www.benessereblog.it